Iniziata identificazione 8 vittime italiane della sciagura aerea in cui perse la vita Sebastiano Tusa

Iniziata identificazione 8 vittime italiane della sciagura aerea in cui perse la vita Sebastiano Tusa

È iniziata l’identificazione delle 8 vittime italiane dell’incidente aereo del Boeing 737 dell´Ethiopian Airlines, caduto il 10 marzo scorso ad Addis Abeba. Nel disastro è morto anche l’archeologo siciliano, assessore regionale dei Beni culturali, Sebastiano Tusa, suscitando grande commozione in tutta la comunità siciliana e nel mondo scientifico. Una squadra Dvi (Disaster Victim Identification) della polizia di Stato, partita da Fiumicino collaborerà nella identificazione delle otto vittime italiane. Della squadra fanno parte medici legali, biologi, chimici, fisici, ingegneri, psicologi, dattiloscopisti, informatici, videofotosegnalatori, impegnati in ogni parte del mondo nei mass disaster che coinvolgono vittime italiane. La stessa equipe fu impegnata in altre tragedie, come il naufragio dei migranti a Lampedusa, nell’ottobre 2013, e quello della Costa Concordia del gennaio 2012.