Sicilia in lutto per la morte dell’assessore regionale ai beni culturali Sebastiano Tusa nella sciagura aerea

Sicilia in lutto per la morte dell’assessore regionale ai beni culturali Sebastiano Tusa nella sciagura aerea

Sicilia in lutto per la morte dell’assessore regionale ai beni culturali Sebastiano Tusa, una delle 157 vittime coinvolte nella sciagura aerea in Etiopia. Tusa, in missione di lavoro a Nairobi, era nella lista dei 157 passeggeri del volo dell’Ethiopian Airlines precipitato domenica. Tusa, archeologo di fama internazionale, Sovrintendente del Mare della Regione, era diretto in Kenia, per un progetto dell’Unesco, dove era già stato nel Natale scorso insieme con la moglie, Valeria Patrizia Li Vigni, direttrice del Museo d’Arte contemporanea di Palazzo Riso a Palermo. Lo schianto è avvenuto alle 8.44 locali, 6 minuti dopo il decollo da Addis Abeba vicino alla località di Bishoftud, ad una cinquantina di chilometri a sud della capitale etiope. 8 gli italiani a bordo. I 157 a bordo (149 passeggeri e 8 membri dell’equipaggio) erano di 33 nazionalità diverse.

La conferma della morte di Tusa è arrivata domenica pomeriggio dalla Regione. Una notizia terribile per tutta la Sicilia e per il mondo della cultura. “Ho appena ricevuto la conferma ufficiale dell’Unità di crisi del ministero degli Esteri: l’assessore Sebastiano Tusa era sull’aereo precipitato in Etiopia. Sono distrutto. E’ una tragedia terribile, alla quale non riesco ancora a credere: rimango ammutolito. Perdo un amico, un lavoratore instancabile, un assessore di grande capacità ed equilibrio, che stava andando in Kenya per lavoro. Un uomo onesto e perbene, che amava la Sicilia come pochi. Un indimenticabile protagonista delle migliori politiche culturali dell’Isola”. E’ il messaggio con cui il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha ufficializzato la notizia. Tanti i messaggi di cordoglio, da parte di esponenti politici ed istituzionali, alla famiglia Tusa per la tragedia che stanno affrontando.