Niente alleanze o indicazioni per i 2 candidati al ballottaggio

Niente alleanze o indicazioni per i 2 candidati al ballottaggio

Liberi tutti. I 2 candidati a sindaco non hanno perfezionato alcun apparentamento e si giocheranno la poltrona di primo cittadino con le proprie forze. Sia Mario Marino che Caterina Riccotti hanno rinunciato ad alleanze di sorta mentre gli altri quattro candidati, usciti sconfitti al primo turno (Giorgio Vindigni, Carmela Vanasia, Rita Trovato e Giovanni Venticinque) hanno lasciato liberi i loro elettori. Definite, invece, le squadre assessoriali. Mario Marino ha designato Concetta Drago e Gianni Falla che si aggiungono a Ignazio Pagano Mariano, Concetta Portelli ed Elio Tasca. Caterina Riccotti, invece, ha scelto Armando Fiorilla ed Emanuele Scala, 2 nomi che vanno ad aggiungersi a Marianna Buscema (vice sindaco), Ignazio Bruno Mirabella e Rosa Anna Paolino. Caterina Riccotti parte con uno svantaggio di 2.100 voti, con il 22,71% contro il 38,37% di Mario Marino. Il ballottaggio, tuttavia, riparte da zero, e potrebbe registare sorprese. Riccotti conta sul voto di opinione e su un probabile mancato traino delle liste a favore di Marino.