Consiglio comunale di Vittoria senza pace: ennesimo rinvio

Consiglio comunale di Vittoria senza pace: ennesimo rinvio

Il consiglio comunale non ha pace: l’ennesimo rinvio, 13 voti a favore, 10 contrari, si consuma dopo oltre 4 ore di seduta perché l’aula di palazzo Iacono non riesce ancora a deliberare sulla legittimità o meno della elezione del presidente Alfredo Vinciguerra. Si attende infatti il parere tecnico del segretario comunale e del dirigente competente mentre gli atti della seduta riguardante l’elezione di Vinciguerra sono stati sequestrati dai carabinieri per essere messi a disposizione del magistrato. Tutto bloccato in aula, con il sindaco Francesco Aiello che non si è presentato per il giuramento perché non “riconosce” la figura del presidente Vinciguerra ed attende che la questione sia chiarita una volta per tutte. I consiglieri hanno dunque impiegato il loro tempo in disquisizioni di natura giuridica e su alcune mozioni ed alla fine il presidente si è impegnato a convocare una nuova seduta nel più breve tempo possibile. Sullo sfondo preme l’approvazione delle variazioni di bilancio che deve essere votata entro il 31 dicembre perché l’ente possa lavorare con uno strumento finanziario adeguato alle esigenze. Il tempo stringe e non è detto che il termine perentorio possa essere rispettato.