I conti del comune di Modica: “scintille” in consiglio comunale

I conti del comune di Modica: “scintille” in consiglio comunale

Tante domande, poche risposte. Si sintetizza così quanto accaduto nell’ultima seduta del consiglio comunale, dove l’opposizione ha chiesto (o almeno ci ha provato) lumi sui conti del comune e sulle condizioni critiche delle asfittiche casse di palazzo San Domenico. In un clima acceso, sfociato nella sospensione della seduta per qualche minuto, alla fine le risposte circostanziate invocate dagli scranni dell’opposizione non sono arrivate. Così come sono rimasti “latitanti” anche i chiarimenti sulla contezza analitica delle somme spese dall’ente e sui dubbi che vi aleggiano. “Ci sono centinaia di determine sull’argomento che i consiglieri posso tranquillamente verificare per avere contezza sulle eventuali perplessità” ha risposto serafico il segretario. Alla domanda “Su come il comune abbia ricevuto i soldi” l’assessore al bilancio Aiello ha risposto che questa non era la seduta adatta per la tale richiesta. Insomma, un muro di gomma tra maggioranza e opposizione che ha avuto nell’intervento del sindaco un epilogo che non ha soddisfatto nessuno: “Le scelte effettuate dall’amministrazione – ha detto Ignazio Abbate – sono il risultato di scelte politiche per il bene della città”. Stop. Punto. Se ne riparlerà in una prossima seduta, magari più “adatta”.