Start Scicli è uscita dalla maggioranza con i suoi 3 assessori

Gli assessori di Start Scicli fuori dalla giunta comunale. Le dimissioni di Caterina Riccotti (anche vice sindaco), Viviana Pitrolo e Antonino Alecci sono state formalizzate e aprono una nuova fase nella vita politico amministrativa della città. Nella lettera presentata dal movimento si parla di “continue fibrillazioni, cambi di linea politica e tensioni altalenanti” nel rapporto con il primo cittadino. Nel testo si legge anche: “Riteniamo purtroppo che in questa giostra di ruoli, nella messa in discussione della lealtà delle persone che hanno lavorato con abnegazione per il progetto politico, rinunciando anche ad affetti e carriere professionali, vi sia stato il germe distruttivo del rapporto personale. Siamo orgogliosi dei risultati amministrativi conseguiti, avendo memoria dello status quo trovato nel dicembre 2016, e della forza con cui abbiamo rotto i legami delle consorterie e di lobby sedimentate nel palazzo. Il nostro gesto è un atto di umiltà e di presa di coscienza della interruzione del rapporto di fiducia politica tra il capo dell’amministrazione ed i suoi più fedeli collaboratori. L’armonia, la serenità, il rapporto di continua e confermata fiducia, per il nostro movimento sono elementi imprescindibili del fare squadra e per essere incisivi nell’azione amministrativa. Questo valore forse non è stato ben compreso ed apprezzato. Il nostro non è un atto di rinuncia – chiude la nota – ma di rinnovato impegno, nei quartieri, in mezzo al popolo, senza cariche e con tanta voglia di ascolto e di nuova progettualità”. Il sindaco ha preso atto dell’accaduto, ringraziando i suoi ex fedelissimi e giustificando il tutto con “visioni politiche non sempre allineate e visioni del futuro non convergenti”.