La città di Vittoria andrà al voto entro il 31 marzo 2021

La città di Vittoria andrà al voto entro il 31 marzo 2021

Vittoria andrà al voto entro il 31 marzo del prossimo anno. Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge specifico che introduce disposizioni urgenti per il differimento di consultazioni elettorali per l’anno 2020. La tornata elettorale prevista per il 22 e 23 novembre è dunque ufficialmente rinviata, decisione auspicabile da più parti visto che nel frattempo Vittoria è stata dichiarata zona rossa con i suoi circa 500 positivi al covid.

Si legge nel testo redatto dal Consiglio dei Ministri: “Le elezioni dei Comuni i cui organi sono stati sciolti per infiltrazioni della criminalità organizzata, già indette per le date del 22 e 23 novembre 2020, sono rinviate e si svolgono entro il 31 marzo 2021, mediante l’integrale rinnovo del procedimento di presentazione di tutte le liste e candidature a sindaco e a consigliere comunale. Fino al rinnovo degli organi elettivi è prorogata la durata della gestione della Commissione straordinaria”.

Le urgenze indotte dalla pandemia la valutazione dell’emergenza sanitaria hanno indotto il decreto. La data delle nuove elezioni non viene fissata ma è indicata genericamente come limite massimo il 31 marzo. Se la morsa dell’emergenza sanitaria dovesse allentarsi si potrebbe andare al voto anche prima di marzo. Si attende a questo proposito il provvedimento della Regione, cui spetta il compito di stabilire la data della tornata elettorale. Da qui alle nuove elezioni resta in carica la commissione straordinaria, insediatasi a palazzo Iacono il 31 luglio 201, la cui permanenza potrebbe prolungarsi fino ad altri 4 mesi. A Vittoria il rinvio delle elezioni era stato auspicato da 3 dei 4 candidati a sindaco.