Confronto positivo e costruttivo tra i progressisti a Scicli: il sindaco va avanti nel segno dell’unità

Confronto positivo e costruttivo tra i progressisti a Scicli: il sindaco va avanti nel segno dell’unità

Si è svolto un clima di positivo e costruttivo confronto la riunione delle varie forze del centrosinistra e dei movimenti civici di Scicli, convocata dal sindaco Enzo Giannone (foto) nella sede di Start Scicli. Erano presenti, oltre al sindaco, alla giunta e al presidente del consiglio comunale, ampie delegazioni di Start Scicli, Scicli Bene Comune, Città Aperta, Partito Democratico, CittàItalia, Lista Giannone Sindaco, Articolo 1 e Cittadini per Scicli. Il confronto, franco e aperto, ha spaziato su diversi temi, anche di carattere politico generale. L’intenzione del sindaco era e resta quella della ripresa di un forte percorso politico unitario delle varie anime, dopo una diaspora che dura ormai da tanti anni. Per fare ciò il sindaco ha messo in campo tutta la sua autorevolezza, anche istituzionale, e il suo impegno personale. Ed esprime il suo compiacimento nel constatare la presenza a Scicli, un po’ in tutti i partiti e movimenti di quest’area culturale e politica, di gruppi dirigenti costituiti in gran parte da una nuova generazione.

Nei diversi e articolati interventi, tutti gli attori presenti hanno concordato sulla necessità di interpretare ciascuno il proprio ruolo politico ricostruendo un tessuto unitario attorno ai valori e alle idealità che da sempre caratterizzano l’area dei progressisti, avendo, come assi centrali di riferimento, l’impegno per la difesa dei diritti e il soddisfacimento dei bisogni. In particolare, era ed è volontà del sindaco rilanciare con forza l’idea di una vasta coalizione plurale che, partendo dal basso, dalla città, metta insieme, su grandi questioni politiche di livello locale si, ma anche regionali e nazionali, le varie anime del campo progressista. Su proposta dei rappresentanti di Scicli Bene Comune, c’è stata poi ampia convergenza sull’esigenza di riempire di contenuti il percorso politico dell’area portando avanti azioni di governo della città significative e condivise, anche in consiglio comunale, e che si concretizzino come attuazione del programma attraverso il quale il Sindaco e le forze che lo hanno sostenuto nelle elezioni, hanno contratto un patto con i cittadini, patto che va mantenuto, onorato e appunto attuato.

Ognuno di coloro che hanno sottoscritto quel patto, ne renderanno conto ai cittadini elettori alla fine del mandato assegnato con il voto. Alla luce delle conclusioni dei lavori, si è deciso di rivedersi a breve. Pertanto il coordinatore politico del tavolo della coalizione Emanuele Scala convocherà una prossima riunione per venerdi 22 febbraio con all’ordine del giorno proprio il confronto su alcuni assi programmatici principali e su alcune questioni significative oggi all’attenzione del Consiglio comunale, al fine di avviare con determinazione da subito un cammino comune. Il sindaco nel ringraziare i tanti che hanno partecipato al confronto di ieri sera, auspica che il percorso avviato continui con celerità, confida che i gruppi dirigenti di movimenti e partiti possano farsene interpreti, certamente non farà mancare il suo apporto politico in tal senso ma continua a svolgere primariamente il suo ruolo amministrativo, assolvendo, con immutata serenità e impegno, alla delicata funzione che la comunità ha attribuito a lui, alla giunta, ai consiglieri comunali e alle forze politiche della coalizione che hanno dato vita a fine 2016 al progetto di civismo democratico che ha la responsabilità del governo della città.