8 milioni di italiani rinunciano a viaggi e vacanze per il covid

Si parte, anzi non più. L’arrivo della variante Omicron e la prospettiva di un aumento esponenziale dei contagi, uniti alla possibilità che il governo decida ulteriori strette, fa paura. Ben 8 milioni gli italiani che hanno deciso di rinunciare a viaggi e vacanze per i giorni di Natale e Capodanno. Arriva dal borsino delle vacanze di fine anno di Demoskopika il nuovo allarme per il settore del turismo. Poco più della metà degli italiani (52%) avrebbe deciso di andare in vacanza per le festività di fine anno, con il 24% che ha già prenotato. Al netto di chi è ancora indeciso (15%), quelli pronti a fare le valigie sarebbero 18 milioni e 9 su 10 sceglieranno mete nazionali. Poi ci sono 24 milioni di persone che hanno scelto di non partire (48%): il 12,4% perché «pur volendo ha ancora timore a viaggiare» a causa della pandemia e il 16% (ben 8 milioni) ha addirittura cancellato la prenotazione dopo la notizia della variante Omicron. Ansie, timori e incertezze che colpiscono un settore che stava lentamente recuperando dalle perdite dello scorso anno. L’incubo di alberghi e ristoranti vuoti per fine anno aleggia più concreto che mai. In Sicilia, che sulla carta potrebbe essere scelta come meta alternativa da quanti avevano pensato all’estero ed hanno ora cambiato idea, non ci sono ancora segnali precisi anche se gli albergatori sono preoccupati e temono una forte riduzione delle presenze.