Proiezioni e calcoli sui ritmi delle vaccinazioni e classi d’età

All’attuale ritmo di somministrazioni vaccinali (22.166 al giorno) ci vorrebbero 8 mesi e 16 giorni per coprire il 70% della popolazione siciliana, raggiungendo l’obiettivo il primo gennaio 2022, contro la previsione del governo ad agosto 2021. L’aumento della disponibilità delle dosi, comunque, dovrebbe consentire un’accelerazione dalle prossime settimane per ridurre la distanza dall’obiettivo del governo. Tutto questo secondo i dati di Lab 24 Sole 24 ore.

Intanto, nei giorni scorsi il Quotidiano di Sicilia ha provato a calcolare i tempi per la vaccinazione in Sicilia delle varie classi di età, partendo dall’attuale quota di circa 20 mila vaccinazioni al giorno, considerando l’obiettivo di 50 mila vaccinazioni al giorno e ipotizzando la costante disponibilità di dosi.

Dai calcoli effettuati si ipotizza il completamento della vaccinazione degli ultraottantenni (309.000) entro il mese di aprile, mentre la prima metà di maggio sarebbe necessaria per iniziare e completare la vaccinazione dei 70-79enni (450.000). Intorno al 15 maggio potranno iniziare le vaccinazioni i 60/69enni (quasi 600.000 in Sicilia), con la somministrazione di almeno una dose entro 30 giorni al ritmo di 20 mila vaccinazioni al giorno.

Nella seconda metà del mese di giugno dovrebbero poter essere vaccinati i cittadini di età compresa tra i 50 e i 59 anni (che sono in Sicilia 725.000 circa). A fine luglio si potrebbe partire con le somministrazioni ai 40-49enni (poco più di 710.000). Si arriverebbe così ai primi di settembre per completare la vaccinazione dei 40enni e iniziare la somministrazione ai 30enni. Verosimilmente a metà ottobre e mese di novembre per i 20-29enni. Va detto che, come già accaduto nei mesi passati, tanti accadimenti potrebbe accelerare o purtroppo rallentare il ritmo della vaccinazione e non si potrà abbassare la guardia, rimanendo vigili anche nei mesi estivi.