Trading online: cosa aspettarsi dai mercati, tra rischi e opportunità

Il nuovo anno è partito con una buona crescita dei mercati finanziari, con gli investitori che hanno apprezzato le indicazioni del nuovo presidente americano Joe Biden in merito agli obiettivi del suo mandato. Il leader del partito democratico vuole riportare gli Usa negli Accordi di Parigi, investire di più nell’economia verde e potenziare il programma di vaccinazione, per riportare quanto prima gli Stati Uniti fuori dalla pandemia e far ripartire l’economia a stelle e strisce.

A gennaio sono arrivate anche le trimestrali di importanti società quotate, da Netflix a Goldman Sachs, con risultati positivi che hanno fatto salire i principali listini della Borsa di New York. In Italia l’indice Ftse Mib prosegue il suo lento recupero, con la buona prestazione di Stellantis al doppio debutto alla Borsa Italiana e al NYSE di Wall Street, mentre continua la discesa del prezzo di Bitcoin dopo aver toccato il massimo storico sopra i 40 mila dollari.

Ad ogni modo, la maggior parte degli analisti prevede una crescita dei mercati nel 2021, posizione condivisa dai esperti di Goldman Sachs e JP Morgan. In particolare, l’opinione comune è un’inversione di tendenza dopo che i titoli growth hanno sovraperformato nel 2020, con la convinzione che quest’anno sia necessario puntare soprattutto sulle azioni value, le quali dopo aver sottoperformato sarebbero pronte a mostrare un andamento positivo sfruttando l’eventuale uscita dall’emergenza sanitaria.

Le opportunità per il 2021 dei mercati finanziari
Chiunque si trovi a fare trading online nel 2021 dovrà prestare attenzione alle numerose opportunità presenti sui mercati finanziari, tuttavia come indicato dai professionisti di TradingOnlineGuida è fondamentale investire con prudenza, investendo prima di tutto nella formazione professionale. Soltanto le competenze possono aiutare a gestire il rischio in modo ottimale, valutando correttamente gli asset per realizzare investimenti adeguati ai propri obiettivi.

Senza dubbio il mercato azionario mette a disposizione diverse soluzioni d’investimento, come dimostra il risultato di Netflix dopo la pubblicazione dell’ultima trimestrale. L’azienda specializzata nello streaming di film e serie TV ha messo a segno una crescita 56% nell’ultimo anno, con un aumento della quotazione del titolo di quasi il 10% soltanto nell’ultimo mese, mentre il gruppo aumenta ricavi e abbonati nonostante una riduzione degli utili.

I titoli delle società tecnologie sono senz’altro i più apprezzati, grazie alle ottime prestazioni di imprese del calibro di Google, Facebook, Amazon, Apple e Microsoft, oltre alla quotazione record di Tesla superiore agli 840 dollari per azione. Le criptovalute rimangono un asset da considerare, soprattutto fino a quando la pandemia di coronavirus continuerà a obbligare le banche centrali a proseguire con le politiche monetarie espansive.

Ad ogni modo si tratta di asset ad alto rischio, un settore in cui gli investimenti devono essere analizzati sempre con grande attenzione, realizzando studi approfonditi in merito al rischio e alle tempistiche di ingresso e uscita dalla posizione. Intanto la salita del prezzo del petrolio fa presagire le stime degli investitori sull’avvicinarsi della fine dello stato di emergenza sanitaria, con il prezzo Brent tornato sopra i 55 dollari al barile dopo essere sceso sotto i 20 dollari ad aprile 2020.

Quali sono i rischi da valutare per il 2021
Fare trading online permette di usufruire di tantissime opportunità d’investimento, allo stesso tempo l’attività finanziaria espone a una serie di rischi, pericoli che devono essere calcolati e valutati per capire come gestire l’incertezza e proteggere il proprio capitale. Il problema principale è legato alla campagna di vaccinazione contro il covid, infatti sono in tanti gli investitori che stanno scommettendo sulla ripresa economica nel secondo semestre dell’anno.

L’evento tanto atteso potrebbe però subire rallentamenti e arresti improvvisi, qualora il programma non dovesse andare come previsto, oppure dovessero presentarsi rallentamenti nella produzione, distribuzione e somministrazione dei vaccini. Inoltre bisogna tenere conto dei rischi di una possibile bolla finanziaria, una prospettiva indicata da alcuni analisti a causa del basso costo del denaro e delle strategie delle banche centrali.

Per questo motivo è indispensabile amministrare il rischio in maniera adeguata, diversificando gli investimenti e garantendo la massima sostenibilità delle posizioni, utilizzando l’analisi tecnica e fondamentale per limitare le incertezze e rafforzare la solidità finanziaria. Proteggere il capitale rimane essenziale per investire a lungo termine, allo stesso tempo non bisogna perdere le opportunità del trading a breve termine, uno strumento da usare con cautela e in modo consapevole.