Adeguamento tassa di soggiorno slitta ad ottobre a Modica

Adeguamento tassa di soggiorno slitta ad ottobre a Modica

L’adeguamento della tassa di soggiorno slitta ad ottobre. La decisione è stata assunta dalla giunta Abbate alla luce delle sollecitazioni delle associazioni di categoria e degli stessi operatori del settore. Le nuove tariffe, infatti, avrebbero dovuto entrare in vigore a giugno ma le tante prenotazioni già effettuate e la non opportunità di cambiare in corsa l’applicazione della tariffa ha indotto l’assessore al Turismo Maria Monisteri (foto) ad accogliere la richiesta di slittamento. Rispetto al 2018 nei 5 stelle la tassa passa da 2 a 3 euro a notte. Nei 4 stelle da 1,50 a 2,00. Nei 3 stelle rimane invariata a 1,50. Nei 2 e 1 stella da 1,00 a 1,50. Tutte le strutture extra alberghiere passano da 1,00 a 1,50 euro. Uno dei problemi dell’applicazione della tassa è la larga evasione che non consente di incamerare quanto dovuto dalle strutture di soggiorno. Altro problema non risolto è l’utilizzo e la destinazione dei fondi che, sulla carta, per un buon 50%, dovrebbe essere a disposizione della Consulta del Turismo per adeguare e migliorare servizi. I fondi vengono, invece, amministrati da Palazzo S. Domenico con una discrezionalità che convince poco o solo in parte gli stessi operatori del settore.