Chiusi 3 portali web con immagini di bambine e neonate abusate

Grazie all´Associazione Meter di Don Fortunato di Noto (foto) sono stati chiusi 2 mega portali internet che offrivano a pagamento, a 29,95 dollari al mese, l´accesso a 676.525 foto e 9.829 video pedopornografici con protagoniste bambine tra gli 8 e i 12 anni. Meter li aveva scoperti il 6 dicembre 2018 e segnalati all’Amministratore e Responsabile del dominio e, come da protocollo, alla Polizia Postale e della Comunicazioni di Catania. Il giorno dopo, il 7 dicembre, lo stesso amministratore scrive a don Fortunato Di Noto, e per conoscenza alla Polizia Postale Italiana, affermando la veridicità della segnalazione, il riscontro che si tratta di materiale pedopornorgrafico (child porn abuse) e l’immediata chiusura e dismissione dei portali dalla rete web.

«Da pochi giorni Meter aveva fatto chiudere un portale allocato in Germania con 60 neonate abusate sessualmente – dichiara don Fortunato Di Noto, presidente Meter – e quest’altro intervento che Meter rende noto – continua don Di Noto – non sia considerato come l’ennesima segnalazione e l’ennesimo intervento, ma è il risultato del continuo monitoraggio della rete attraverso Osmocop di Meter (Osservatorio Mondiale contro la pedofilia e pedopornografia) e della collaborazione internazionale che l’Associazione ha consolidato con alcuni esponenti e responsabili dei domini che ringraziamo per la collaborazione per l’intervento immediato.

Spesso manca un anello fondamentale: l’individuazione dei soggetti criminali che abusano, producono, diffondono, commercializzano il materiale di sfruttamento sessuale di bambini. Dobbiamo superare una chiara difficoltà: non basta la rimozione, ma è necessario – conclude Don Fortunato di Noto – la individuazione delle centinaia di migliaia di vittime, rese schiave da questa nuova forma di sfruttamento, molto lucrativo per i pedocriminali.»