LA GENESI – Introduzione

LA GENESI – Introduzione

                            “GENESI”

IL MISTERO DELLE ORIGINI

 TUTTE LE RELIGIONI SONO ALLA RICERCA DI UNA RISPOSTA SUGLI ENIGMI DELLA CONDIZIONE UMANA: L’ORIGINE DEL MONDO E DEGLI ESSERI VIVENTI, IL SENSO DELL’ESISTENZA DELL’UOMO. E’ INNEGABILE CHE LA VISIONE BIBLICO-CRISTIANA SUL MISTERO DELLA CREAZIONE, NELL’ESPRIMERE UNA STRAORDINARIA RICCHEZZA SPIRITUALE, ABBIA AVUTO UNA RILEVANTE INCIDENZA NELLA FORMAZIONE MORALE E CULTURALE D’INTERI POPOLI PER OLTRE VENTI SECOLI.

 Capire il testo nella sua essenza e in profondità

Le origini del mondo descritte nel libro della Genesi utilizzano una terminologia impregnata di una visione mitologica del mondo, caratterizzata da uno stile figurato, ricco di simbolismi. La prospettiva biblica non si preoccupa di raccontare quando sia sorto materialmente il cosmo o quando sia apparso l’uomo sulla terra. La Bibbia intende rispondere ai quesiti esistenziali della condizione umana, ‘chi è veramente l’uomo’, ‘da dove viene’, ‘dove va’, ‘qual’è il suo fine’, proponendoci la sua “verità religiosa”, in grado di trasformare il messaggio inviato da Dio in una risposta orientata al “senso esistenziale della vita”.

L’uomo, creato da Dio a sua immagine e somiglianza, è il destinatario della creazione. Ora egli è chiamato a custodire un’eredità che gli è stata affidata, con il compito di comprendere il ‘senso’ del mondo e di proclamare la ‘gloria’ di Dio attraverso la sua esperienza di vita.

Dopo una profonda analisi sull’origine del male, la Bibbia descrive con ricchezza di particolari come l’uomo fin dalle origini cede alla tentazione del maligno che, con tutti mezzi e in tutti i modi, cerca di allontanare l’uomo dal suo Creatore. L’uomo abbandonato a se stesso, in balia delle potenze demoniache, è incapace da solo di compiere il bene anche se lo volesse. Il male inesorabilmente ha il sopravvento su di lui.

Nel corso del racconto biblico Dio cerca tutti i mezzi per riportare l’uomo a sé. Inizia il cosiddetto “Piano di Salvezza” previsto da Dio per il recupero dell’umanità al progetto originario della creazione. Si profila l’autentico volto di un “Dio Buono” che non abbandona mai le sue creature in balia della loro misera condizione di peccatori. Si delinea il vero volto di un “Dio, Padre Misericordioso”, che tende la mano all’uomo, sempre e con insistenza, in ogni condizione e in ogni momento, al fine di concedergli il dono del perdono e offrirgli la speranza della “Redenzione”.

Dopo un lungo processo di maturazione, che attraversa tutto l’Antico Testamento, la Bibbia ripone la sua risposta piena e definitiva di salvezza in Gesù Cristo inviato sulla terra che, a costo della propria vita,  smaschererà il vero volto del male. Secondo questa prospettiva il racconto della creazione coincide con l’origine del “Piano di Salvezza”  messo in atto da Dio dopo la caduta dell’uomo alle origini.