Sostanze vietate nelle palestre: rinvio a giudizio per 13 imputati

Sono stati rinviati a giudizio 13 imputati coinvolti in un presunto giro di sostanze vietate in alcune palestre di Gela, Vittoria e Comiso. Tutti dovranno comparire in aula a luglio 2023 per difendersi dai reati di ricettazione e utilizzo o somministrazione di farmaci o altre sostanze allo scopo di di alterare e potenziare le prestazioni agonistiche. Le indagini, partite da Gela, avrebbero accertato un diffuso commercio tra frequentatori di palestre e centri fitness, alcuni impegnati in competizioni amatoriali di body building, di sostanze vietate. Nelle indagini non sono mai risultati coinvolti i titolari delle palestre, che sarebbero stati all’oscuro del giro illecito. Grazie alle intercettazioni telefoniche, lo scorso febbraio i magistrati hanno dunque chiuso l’indagine chiedendo il rinvio a giudizio dei responsabili dello smercio illegale.