Lampedusa scoppia di immigrati: in 600 destinati a Pozzallo

L’hotspot di Lampedusa scoppia di migranti costretti a dormire su materassini buttati a terra e tra i rifiuti. Si tratta di 1.200 ospiti che dovrebbero lasciare la struttura nelle prossime ore. 600 andranno a Porto Empedocle, nell’Agrigentino, e altrettanti saranno spostati a Pozzallo. Ad aiutare nei trasferimenti le motovedette della Capitaneria di porto e della Guardia di finanza per arrivare al completo svuotamento dell’hotspot di Lampedusa, dove si sono riversati gli immigrati degli ultimi viaggi della speranza concentrati in pochi giorni. Ma anche Pozzallo, a onore del vero, non se la passa benissimo, con centinaia di immigrati approdati in questi giorni al porto e ospitati nell’hotspot. Va bene l’accoglienza, ma a tutto c’è un limite, anche perchè la situazione rischia di sfuggire di mano da un momento all’altro, anche a causa dell’impennata del covid. Molti degli extracomunitari sbarcati a Pozzallo, difatti, erano positivi al virus.