Per un pugno di euro il tentato omicidio tra le serre a Ispica

Era scoppiata per un misero debito di pochi euro la banale lite tra extracomunitari sfociata in un accoltellamento che aveva visto l’arresto di un tunisino 20enne, accusato di tentato omicidio aggravato. L’aggressore, come accertato in queste ore dai carabinieri a seguito dell’arresto, vantava un debito di pochi spiccioli e avrebbe sferrato un fendente, utilizzando un coltellino per la raccolta degli ortaggi, alla spalla del connazionale di 27 anni, stante il suo rifiuto a restituire subito i soldi. L’uomo era rimasto ferito, e di conseguenza era stato ricoverato all’ospedale Maggiore di Modica. Il violento episodio si era verificato tra le serre dell’Ispicese, dove i 2 lavoravano come braccianti. L’accoltellatore si trova ora ai domiciliari, dopo la convalida dell’arresto da parte del magistrato.