In libertà il 44enne che aveva minacciato per la birra

In libertà il 44enne che aveva minacciato per la birra

Patteggiamento della pena a 8 mesi di reclusione (con la sospensione condizionale) nel processo direttissimo a carico del 44enne accusato di aver minacciato i dipendenti di un bar in centro a Comiso per ottenere una birra gratis, e di aver aggredito anche i poliziotti successivamente intervenuti. L’imputato, difeso dall’avvocato Edoardo Cappello, dopo la convalida dell’arresto dal parte del magistrato è quindi tornato libero. Secondo quanto era emerso dalle indagini della polizia, dopo aver minacciato i dipendenti del bar ed essersi allontanato, l’uomo era tornato nel locale, inveendo ancora contro i dipendenti e minacciandoli nuovamente di morte perché avevano richiesto l’intervento delle forze dell’ordine. L’uomo, come accennato, si era scagliato anche contro i poliziotti, brandendo un coltello e strattonandoli. Per il 44enne, già noto alle forze dell’ordine, erano dunque scattate le manette per violenza e resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.