Mancata tracciabilità: sequestrato un quintale di pesce a Pozzallo

Mancata tracciabilità: sequestrato un quintale di pesce a Pozzallo

La Capitaneria di Porto di Pozzallo e la Guardia di Finanza dell’Agenzia delle Dogane hanno sequestrato al porto di Pozzallo oltre un quintale di prodotti ittici. La merce viaggiava su un camion sbarcato dal catamarano proveniente da Malta. Nel corso degli accertamenti sono state rilevate una serie di irregolarità, riconducibili alla violazione delle norme che disciplinano la tracciabilità, indispensabile per garantire la massima trasparenza per la tutela della salute del consumatore finale ed il rispetto della conservazione degli stock ittici, nonché alla mancanza di documentazione per il trasporto. Rinvenuti imballaggi contenenti pesce e crostacei di vario genere, che non riportavano le indicazioni previste per legge. E’ stata dunque elevata una sanzione pecuniaria di oltre 4.000 euro ai danni del trasportatore, mentre il pescato è stato sequestrato, e, dopo i dovuti controlli da parte dei veterinari dell’Asp, è stato in parte distrutto e in parte dato in beneficienza.