Ai domiciliari un medico psichiatra dell’Asp di Ragusa

Ai domiciliari un medico psichiatra dell’Asp di Ragusa

Operazione “Freud” coordinata dalla procura di Ragusa ed eseguita dai carabinieri del nucleo antisofisticazione di Ragusa culminata nell’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, con il contestuale sequestro preventivo di 32.000 euro, a carico di un dirigente medico psichiatra, dipendente dell’Asp di Ragusa. Contestati i reati di concussione, falso ideologico e truffa aggravata ai danni del servizio sanitario nazionale da ottobre 2018 al 2020. Il professionista è accusato di avere indotto un paziente a recarsi nel proprio studio privato, a pagamento, per essere sottoposto a visita, invece di riceverlo ambulatorialmente nella struttura pubblica. E’ accusato anche di avere consegnato numerose certificazioni medico legali su documentazione intestata all’Asp di Ragusa e materialmente redatte nella struttura pubblica, a pazienti che aveva precedentemente nel proprio studio privato. Infine al medico è contestata anche l’accusa di avere tratto in inganno l’Asp di Ragusa, omettendo di segnalare che svolgeva attività libero professionale privata, e al contempo dichiarando di compiere «lavoro esclusivo», incassando il trattamento economico aggiuntivo previsto ed ora sequestrato.