Ecco come è andata nel pestaggio a Scoglitti: 8 denunce

Ecco come è andata nel pestaggio a Scoglitti: 8 denunce

Se la sono cavata con una denuncia ciascuno 8 componenti del branco, tutti giovanissimi di Vittoria, che la scorsa settimana hanno picchiato insieme un 20enne tunisino, accanendosi su di lui mentre giaceva inerme e semincosciente per terra. Ora il giovane è ricoverato nel reparto di chirurgia del Guzzardi di Vittoria per le gravi ferite riportate, soprattutto alla faccia. Come sostenuto nello stesso comunicato della questura di Ragusa, poteva avere conseguenze peggiori questa brutta vicenda verificatasi in pieno centro a Scoglitti nella serata di sabato scorso. La squadra mobile e i colleghi del commissariato di Vittoria avevano immediatamente avviato serrate indagini per far luce sull’accaduto, e, grazie all’ausilio delle immagini dei sistemi di videosorveglianza della zona teatro del pestaggio e alle dichiarazioni dei testimoni, sono alla fine giunti alla ricostruzione delle fasi salienti degli avvenimenti e all’identificazione dei principali protagonisti, tutti denunciati, come accennato, all’autorità giudiziaria. Prima dell’arrivo delle forze dell’ordine, difatti, gli aggressori si erano subito dileguati, nel vano tentativo di farla franca, lasciando dolorante e sanguinante la vittima a terra. Stando a quando ricostruito dagli inquirenti, che avevano dovuto fare i conti con delle versioni agli antipodi delle poche testimonianze raccolte, la rissa aveva visto contrapposti un gruppo di extracomunitari e una decina di giovani del luogo. A surriscaldare i toni era stato quindi proprio uno dei giovani extracomunitari, che, dopo aver lanciato in direzione dei rivali pezzi di bottiglie di vetro rotte e preso a calci delle macchine in sosta, si era avventato verso un giovane del gruppo opposto, scagliandosi contro di lui e colpendolo al naso. Tale gesto aveva acceso gli animi dei presenti, che avevano dato inizio alla rissa poi culminata nel violento pestaggio di uno degli extracomunitari, lasciato solo dai suoi amici connazionali, che, nel frattempo, avevano preferito allontanarsi. Tutti hanno riportato lesioni giudicate guaribili in pochi giorni, tranne 2 dei soggetti coinvolti, che hanno dovuto ricorrere a cure più approfondite da parte dei medici. Sono infine tuttora in corso indagini da parte degli uffici investigativi per procedere alla identificazione di altri soggetti coinvolti nella rissa, che era stata immortalata da un video girato da uno dei presenti con il telefonino e poi immesso in rete, diventando in poco tempo virale sui social e facendo salire la brutta vicenda agli onori della cronaca nazionale. Nei concitati secondi di violenza del video si vede una ragazza che tenta invano di soccorrere la vittima, mentre un giovane riesce a trattenere per il braccio e a portare via uno degli aggressori. Il tutto sotto gli occhi di decine di testimoni. E proprio le dichiarazioni di questi ultimi e ogni singolo frame del video sono stati attenzionati dagli inquirenti nell’ambito delle indagini culminate con le 8 denunce ma non ancora concluse.