Sollevato dall’incarico il responsabile del centro vaccinazione di Scicli

Sollevato dall’incarico il responsabile del centro vaccinazione di Scicli

E’ stato sollevato dall’incarico il responsabile del centro vaccinazione di Scicli dopo il caso dei 41 vaccini “in eccedenza” somministrati lo scorso 6 gennaio a soggetti non inseriti negli elenchi predisposti dall’Asp in base al piano nazionale di vaccinazione, quindi “random”. La decisione è stata assunta dalla direzione strategica dell’Asp che manterrà comunque operativo il dipendente all’interno dell’azienda sanitaria con la mansione di Capo distretto. «Erano previste 150 vaccinazioni e la leggerezza di avere diluito tutte le dosi avrebbe comportato il rischio di gettarne via 41, dal momento che altrettante persone in elenco, tra personale sanitario e rientrante nella prima fascia di beneficiari del vaccino, non si erano presentate. Piuttosto che buttare via il vaccino è stato quindi scelto di utilizzarlo su altri soggetti non in elenco», aveva chiarito il manager dell’Asp di Ragusa Angelo Aliquò. «Tutti dovranno essere vaccinati, da oggi comunque la diluizione procede flacone per flacone, a 6 dosi alla volta proprio per evitare che succedano fatti come quello di Scicli» aveva concluso Aliquò.