Maltrattamenti alla convivente: custodia cautelare in carcere

È accusato di maltrattamenti ai danni della convivente 41enne, sua connazionale, il romeno di 30 anni destinatario della custodia cautelare in carcere decisa dal tribunale di Ragusa, su richiesta dalla procura, in aggravamento di altra misura cautelare, ed eseguita dalla polizia di Comiso. La sera del 4 gennaio una volante del commissariato era intervenuta in casa della vittima che aveva segnalato di esser stata percossa dall’uomo. Ubriaco, le aveva sferrato pugni e schiaffi, così come era accaduto la sera del 31 dicembre. L’uomo, dopo aver trascorso un periodo di custodia cautelare in carcere per lo stesso reato, era stato recentemente sottoposto agli arresti domiciliari dopo che la compagna aveva manifestato la volontà di riaccoglierlo in casa. Adesso è rinchiuso nel carcere di Ragusa.