L’amore di Andrea per lo sport e gli scout: commozione ai funerali

L’amore di Andrea per lo sport e gli scout: commozione ai funerali

E’ stato don Innocenzo Mascali ad officiare nella chiesa madre di Comiso le esequie del 14enne Andrea Alabiso, morto a causa di un incidente stradale autonomo la sera del 5 gennaio in via Biscari. “Non comprendiamo il perché di questa morte, ma affidiamo Andrea alle Tue braccia, Signore, certi che in te potrà continuare a dissetarsi nell’eterna vita” ha detto il sacerdote. La morte del giovane, uno sportivo che praticava il calcio e lo scoutismo, ha segnato profondamente la comunità di Comiso. Sulla bara bianca è stato depositato il fazzolettone giallorosso del gruppo Agesci 1.

Il ragazzo, che stava facendo rientro a casa in sella al suo motorino, per cause da accertare avrebbe perso il controllo del mezzo, finendo contro un palo, sotto gli occhi del padre che lo stava seguendo in auto. Erano apparse subito molto gravi le condizioni di Andrea, che si era spento all’ospedale Guzzardi di Vittoria.