Tampone rapido per il bimbo tetraplegico immigrato: negativo

Tampone rapido per il bimbo tetraplegico immigrato: negativo

Il tampone rapido eseguito al bambino affetto da “ tetraparesi”, così come quello del papà, è risultato negativo: si tratta di immigrati arrivati a Pozzallo e ospiti dell’hotspot del porto. Il trasferimento in altra struttura attrezzata, già individuata da parte del Ministero dell’Interno e della Prefettura di Ragusa, è in fase di completamento. Si conclude così la commovente e triste vicenda del piccolo immigrato gravemente colpito da una grave patologia invalidante e ospitato nell’hotspot di Pozzallo.
“Le Autorità Sanitarie – afferma il Sindaco Roberto Ammatuna – che non finirò mai di ringraziare per il grande lavoro che svolgono in questo difficile momento al servizio del nostro paese e di cui io mi onoro di fare parte, la prossima volta dovranno però affrontare situazioni simili in modo diverso. Soggetti così fragili – conclude il sindaco – devono difatti essere trasferiti fin da subito in strutture adeguate alle loro esigenze”.