Morì 2 settimane fa in un incidente: il corpo è ancora in obitorio

Morì 2 settimane fa in un incidente: il corpo è ancora in obitorio

E’ ancora in obitorio a distanza di 2 settimane dal decesso il corpo del 49enne di Pozzallo Salvatore Mermina. L’uomo, mentre pedalava in sella alla sua bicicletta, fu investito da un’auto sulla statale 115 il 12 ottobre e morì dopo 11 giorni di agonia. La mamma e i fratelli chiedono di potergli dare degna sepoltura, dal momento che non sanno ancora quando potranno dargli l’ultimo saluto. Finora non hanno ricevuto neppure il certificato di morte.

La Procura di Siracusa, territorio in cui si verificò il fatale impatto, aveva già aperto un procedimento penale per lesioni personali stradali gravissime a carico dell’investitore, disponendo anche il sequestro dei mezzi: fascicolo che ora, alla luce del decesso, si trasformerà per il reato di omicidio stradale. I familiari della vittima si sono affidati a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, che ha acquisito tutta la documentazione possibile relativa al sinistro e ha anche già avvitato l’iter risarcitorio.