Sbarco di clandestini: hanno pagato 6.000 euro a testa. 2 arresti

Sbarco di clandestini: hanno pagato 6.000 euro a testa. 2 arresti

Polizia di Stato squadra mobile e Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Pozzallo hanno sottoposto a fermo 2 scafisti turchi, entrambi appena 19enni, per aver trasportato 51 migranti a bordo di un veliero. I migranti di varia nazionalità erano stati soccorsi in mare da 2 pattugliatori della Guardia Costiera, sbarcando al porto di Pozzallo il 3 settembre scorso e trasferiti all’hotspot per trascorrere il previsto periodo di quarantena.

Ciascun migrante aveva corrisposto all’organizzazione criminale che ha gestito tutte le fasi del viaggio somme variabili tra i 5.000 ed i 6.000 euro e, dopo essere stati caricati su furgoni e viaggiato per circa 12 ore, avevano raggiunto la costa sud occidentale della Turchia e da lì imbarcati sul veliero con il quale hanno poi navigato per raggiungere le coste italiane.

I 2 presunti scafisti turchi sono dunque ritenuti responsabili del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, esponendo altresì i clandestini a pericolo per la loro vita e incolumità. Ora sono rinchiusi nel carcere di Ragusa.