Condannato a 4 anni di reclusione il medico arrestato per corruzione

Condannato a 4 anni di reclusione il medico arrestato per corruzione

E’ stato condannato a 4 anni di reclusione il già dirigente medico legale di Ragusa Giuseppe Iuvara. L’imputato era anche presidente della commissione invalidi e consulente tecnico del tribunale e della procura di Ragusa. Il medico era stato arrestato dai carabinieri del Nas in flagranza di reato il 20 febbraio del 2020 con l’accusa di corruzione, assieme alla figlia di una donna invalida e a una intermediatrice. Gli arresti domiciliari sono stati sostituiti dall’obbligo di dimora a Ragusa. La figlia della donna invalida, che aveva chiesto l’ottenimento della pensione d’invalidità per la madre, ha patteggiato la pena a un anno, 9 mesi e 10 giorni; l’intermediaria, ha patteggiato 2 anni di reclusione. L’Asp di Ragusa aveva ufficializzato qualche mese fa il licenziamento, disposto dalla commissione disciplinare, dell’allora medico legale.

Secondo l’accusa l’uomo avrebbe abusato della sua posizione di presidente della commissione provinciale per le invalidità. L’imputato, dopo l’arresto, era stato sospeso dal servizio . I militari avevano accertato la consegna di 1.000 euro, avvenuta nello studio privato del medico, da parte di una donna con lo scopo di ottenere indebitamente l’indennità di accompagnamento per la madre, una ragusana di 81 anni, con l’intermediazione di un’altra donna 61enne. Grazie alle attività di intercettazione ambientale e telefonica, i militari avevano accertato che in lo scorso 13 febbraio i 3 avrebbero concordato le modalità di dettaglio della visita per l’accertamento dell’invalidità civile. L’Asp di Ragusa aveva deliberato la costituzione di parte civile per tutelare l’azienda sanitaria «nei diritti e negli interessi», compreso «il ristoro dei danni subiti sia sotto il profilo patrimoniale che di danno all’immagine».