Un pozzallese sul mercantile bloccato in Cina per il covid

Un pozzallese sul mercantile bloccato in Cina per il covid

C’è anche un pozzallese tra i 6 italiani della nave rimasta bloccata in Cina da 3 mesi. Il mercantile, battente bandiera italiana, è fermo all’esterno del porto di Huangua, nel Mar Giallo, perché la Cina, a causa della pandemia da covid, non consente la sostituzione dell’equipaggio, né permette che l’imbarcazione possa scaricare il contenuto delle stive e dirigersi altrove. A bordo ci sono 19 persone di equipaggio, 13 filippini e 6 italiani, tra cui appunto il secondo ufficiale di macchina pozzallese. “Non appena ho appreso la notizia – afferma il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna – mi sono immediatamente messo in contatto con la Farnesina per conoscere la situazione nella quale si trova l’equipaggio. Da parte del Ministero degli Esteri mi è stato assicurato che – prosegue il primo cittadino di Pozzallo – la situazione è monitorata continuamente e si sta operando attraverso i canali diplomatici per liberare i componenti dell’equipaggio. Ho avuto anche rassicurazioni che fra pochi giorni – conclude Ammatuna – riceverò notizie più dettagliate, sperando che siano positive e che al più presto tutto l’equipaggio ed in particolar modo il nostro concittadino possano tornare dalle loro famiglie”.