Spacciatori di cocaina con il reddito di cittadinanza a Vittoria

Spacciatori di cocaina con il reddito di cittadinanza a Vittoria

La cocaina scorreva ancora a fiumi a Vittoria, costituendo un lucroso business per gli organizzatori della vasta rete di spaccio. E’ il dato emerso dall’operazione antidroga condotta dalla guardia di finanza e che ha portato all’esecuzione di 3 ordinanze di custodia cautelare a carico di altrettanti soggetti, una in carcere e 2 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. Le perquisizioni domiciliari hanno consentito di sequestrare 8.000 euro in contanti, 2 auto e attrezzature per il taglio della droga. Già lo scorso gennaio le manette erano scattate per un 29enne, oltre alla denuncia di un coetaneo: i 2 erano difatti stati sorpresi in possesso di 47 grammi di cocaina e di 1.140 euro mentre giravano a bordo di un’auto priva di copertura assicurativa. Ad uno dei 2 era stata peraltro sospesa la patente.

In quell’occasione le fiamme gialle erano intervenute dopo una compravendita di cocaina per 250 euro. Le indagini interessarono anche un terzo fiancheggiatore e le perquisizioni domiciliari portarono al sequestro di altra droga e contante, oltre a 48 pasticche per il taglio della cocaina. Tutti e 3, che percepivano il reddito di cittadinanza, stando alle indagini avevano costituito un gruppo criminale composto da 5 elementi e specializzato nella gestione di una rete di spaccio di cocaina che da Vittoria si estendeva al resto del territorio ibleo. Le fiamme gialle hanno documentato oltre una cinquantina di episodi di cessione di sostanza stupefacente con l’utilizzo di un linguaggio in codice tra spacciatori e clienti. Ora il prosieguo delle indagini ha dunque portato all’ulteriore esecuzione delle 3 ordinanze di custodia cautelare, con il principale indagato finito nel carcere di Gela.