Bimbo ferito in una struttura ricettiva del Modicano: la sentenza

Bimbo ferito in una struttura ricettiva del Modicano: la sentenza

Il 25 luglio del 2015 un bimbo di 6 anni rimase ferito per il cedimento di un montante di una porta di calcetto mentre giocava con altri coetanei in una struttura ricettiva del Modicano dove era in corso il banchetto per un matrimonio: ora la legale rappresentante, che doveva rispondere di lesioni colpose, è stata condannata a un mese di reclusione e al pagamento di una provvisionale di 8.000 euro, immediatamente esecutiva. Il professionista nominato dalla difesa ha dichiarato che la struttura era stata realizzata a regola d’arte. Il pubblico ministero Diana Iemmolo aveva invocato la condanna dell’imputata ad un anno di reclusione.

Il bambino era arrivato a Modica dall’Inghilterra assieme ai genitori per partecipare al matrimonio. Durante il banchetto, come accennato, i bimbi si spostarono per giocare nel campetto, dove di verificò l’incidente. Il padre del piccolo si è costituito parte civile, mentre l’imprenditrice si è sempre professata innocente, sostenendo che la manutenzione della struttura era stata fatta in maniera minuziosa.