Avrebbe compiuto 58 anni Peppe Lucifora, morto ammazzato

Avrebbe compiuto 58 anni Peppe Lucifora, morto ammazzato

Il 4 marzo avrebbe festeggiato il suo 58° compleanno Peppe Lucifora, il cuoco modicano assassinato in casa sua. Lo avrebbe fatto in compagnia dei suoi amici più stretti e, ovviamente, dei suoi familiari, nell’ottica di quel suo carattere allegro e gioviale che, però, qualche giorno prima del delitto, si era un po’ affievolito per motivi ignoti. Intanto stanno proseguendo senza sosta le indagini per far luce sull’omicidio e, al momento, resta sempre uno il nome iscritto nel registro degli indagati: l’uomo, interrogato in procura, ha sempre negato ogni addebito. Il cuoco modicano fu trovato senza vita nella propria casa, dopo essere stato picchiato e strangolato. La relazione relativa all’autopsia effettuata sul corpo di Lucifora aveva confermato le ipotesi sulle cause della sua morte. Gli esami effettuati dal medico legale e dal tossicologo forense avevano acclarato che Lucifora era stato assassinato da una persona che lo aveva colpito con violenza, tanto da fargli perdere i sensi, e lo aveva poi strangolato solo con la mano destra, stando ai segni rimasti sul corpo. Secondo le evidenze degli accertamenti, la vittima non avrebbe opposto alcuna difesa o resistenza di sorta, in quanto già stordito.