Rapina di 7.000 euro ad una donna in casa sua: un arresto

Rapina di 7.000 euro ad una donna in casa sua: un arresto

E’ stato arrestato dalla polizia il malvivente che sabato mattina si era introdotto in casa di una donna, in pieno centro a Vittoria, arrampicandosi su per il balcone e costringendo la vittima con le minacce a consegnargli 7.000 euro in contante e alcune collanine. Le manette sono scattate ai polsi di un vittoriese di 35 anni, già noto per vari reati. Era stata la stessa donna, urlando, a mettere in fuga il rapinatore, prima di lanciare l’allarme. La donna ha poi riferito ai poliziotti di essersi svegliata a causa dei rumori provenienti dalla porta d’ingresso e, avendo intuito che qualcuno stava cercando di forzarla per entrare nell’appartamento, si era quindi rifugiata sul balcone per chiedere aiuto. Ma improvvisamente il malvivente, non riuscendo a sfondare la porta, si era arrampicato proprio dal balcone, sorprendendo la donna e costringendola a consegnare il denaro custodito in casa, come accennato circa 7.000 euro e gioielli.

Acquisite le prime informazioni ed avuta la descrizione del rapinatore, i poliziotti hanno indirizzato le ricerche verso un sospettato e, a seguito di perquisizione nell’abitazione dell’uomo, hanno rinvenuto proprio una delle collanine rubate poco prima alla donna. Alla luce degli elementi raccolti, il 35enne è stato dunque accusato di rapina aggravata e condotto nel carcere di Ragusa. In origine si sospettava che il malvivente avesse agito assieme ad un complice.