Rissa a spranghe e sangue: il sindaco si rivolge al prefetto

Rissa a spranghe e sangue: il sindaco si rivolge al prefetto

Il sindaco di Modica Ignazio Abbate interviene in maniera decisa per porre rimedio all’escalation di violenza che negli ultimi tempi interessa il centro storico, in particolar modo nei fine settimana. Il primo cittadino ha chiesto al prefetto, innanzitutto, la convocazione di una seduta straordinaria del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza per affrontare di petto la questione. In quella sede il sindaco ribadirà la richiesta di maggiore presenza delle forze dell’ordine nel centro storico soprattutto nei fine settimana, quando la presenza di giovani è altissima. “Tra di loro – commenta il primo cittadino – si nascondo delle mele marce che sono la causa delle risse a cui tanti cittadini sono costretti ad assistere sempre più spesso. Grazie alle immagini delle telecamere che puntano su piazza Matteotti e zone limitrofe, già consegnate alle forze dell’ordine, siamo riusciti ad identificare i responsabili. Per loro, visto che in pratica sono sempre gli stessi protagonisti di queste “notti brave” stiamo elaborando dei provvedimenti restrittivi che potrebbero portare anche al Daspo cittadino, allontanandoli così definitivamente dalla nostra Città”.

I provvedimenti di cui parla il sindaco Abbate non sono però gli unici deterrenti che si stanno studiando. Un altro, di prossima approvazione, riguarda un’apposita ordinanza per la vendita di alcolici: “Considerato che nella maggior parte dei casi i soggetti coinvolti nelle risse agiscono sotto l’effetto di alcool, con questa nuova ordinanza vieteremo qualsiasi vendita di alcolici dalle ore 23 alle ore 7 di ogni venerdi e sabato, anticipando dunque di un’ora l’attuale divieto. “In sede di riunione del comitato – prosegue Abbate – chiederò la maggiore presenza di uomini delle forze dell’ordine garantendo un costante supporto da parte della nostra polizia locale, pur considerando la grave ristrettezza di unità oggi in forza alla nostra Polizia. In sostanza stiamo cercando di mettere in campo ogni possibile contromisura per riportare quella pace e quella tranquillità che da sempre – conclude il sindaco – sono state riconosciute come tratti distintivi della nostra comunità”.

LA RISSA A COLPI DI SPRANGA CON UN FERITO
Tracce di sangue, vetro e tavoli danneggiati ovunque domenica mattina in corso Umberto a Modica: è quanto resta a testimonianza della maxi rissa registratasi intorno alle 3 di notte nella zona prospiciente piazza Matteotti, nella parte opposta rispetto al luogo dove nelle scorse settimane erano avvenuti fatti analoghi, catalogati come “risse del sabato sera”. Testimoni raccontano che i soggetti coinvolti nella rissa avrebbero fatto uso anche di spranghe. Stavolta c’è pure un ferito, trasportato e curato al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore di Modica: i medici hanno stilato una prognosi di 20 giorni per ferite leggere e contusioni. Indagini in corso da parte delle forze dell’ordine che hanno acquisito anche le immagini delle telecamere del sistema di videosorveglianza.