Droga, rapina, ricettazione e truffa: espulsi 2 clandestini

Droga, rapina, ricettazione e truffa: espulsi 2 clandestini

Erano considerati socialmente pericolosi il nigeriano di 23 anni e il tunisino di 43, entrambi clandestini domiciliati a Ragusa, espulsi dal territorio nazionale. I 2 annoverano difatti numerosi precedenti penali. A carico del nigeriano risultano reati commessi nelle province di Catania e Ragusa, in particolare rapina, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Arrestato nel febbraio 2019, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso, dopo essere stato rimesso in libertà il nigeriano era stato nuovamente arrestato nel gennaio del 2020 per rapina.

A carico del Tunisino risultano invece numerosi procedimenti penali per reati commessi nelle province di Padova, Genova, Siracusa e Ragusa, in particolare in materia di stupefacenti, ma anche per rapina, ricettazione e truffa aggravata finalizzata ad ottenere erogazioni pubbliche. Arrestato nel febbraio 2014, era stato recentemente scarcerato. I 2 hanno dunque dimostrato sin dal loro ingresso in Italia una spiccata indole criminale ed una personalità caratterizzata da una significativa aggressività, da qui il doppio decreto di espulsione.