Vento e danni in territorio ibleo: il fiume Dirillo ha straripato

Vento e danni in territorio ibleo: il fiume Dirillo ha straripato

Il sole ha fatto capolino sulla Sicilia dopo una notte di forte Maestrale. Il vento ha toccato punte di 80 km orari nel Palermitano ed anche il territorio ibleo ha subito l’impatto del maltempo che si è scatenato nel tardo pomeriggio con pioggia intensa e vento. I danni maggiori si sono registrati nell’Ipparino, investito dal vento e dalla pioggia. La conseguenza più seria è stata la chiusura temporanea della statale 115 in entrambe le direzioni, all’altezza di Acate: la carreggiata è stata infatti inondata per a seguito dello straripamento del fiume Dirillo. Il vento ha causato danni anche lungo la fascia costiera in particolare sugli impianti serricoli. Marina di Acate è stata invasa dai rifiuti portati dal mare e che si sono riversati in spiaggia assieme ad altri detriti. I vigili del fuoco sono stati impegnati in decine di interventi per alberi e pali della luce e del telefono sradicati. Anche i tetti di alcune aziende e di private abitazioni sono stati scoperchiati. Numerose la aree non servite dalla corrente elettrica, a causa dei cavi e delle cabine danneggiate dal maltempo. Non si registra nessun ferito.