Arrestato scafista 27enne per lo sbarco di mercoledì a Pozzallo

Arrestato scafista 27enne per lo sbarco di mercoledì a Pozzallo

La Polizia di Stato ha sottoposto a fermo di polizia giudiziaria uno scafista sudanese di 27 anni, ritenuto essere responsabile di aver favorito l’ingresso clandestino nel territorio italiano di 60 migranti che viaggiavano a bordo di un gommone, stipato all’inverosimile ed in pessime condizioni di manutenzione, tratti in salvo dalla nave “Ocean Viking”. Secondo il racconto dei testimoni, che per il viaggio della speranza avevano pagato fino a 1.000 euro ciascuno, l’imbarcazione condotta dal sudanese era partita dalle coste libiche, affrontando la traversata nonostante le avverse condizioni meteo. Immediatamente dopo l’arrivo della nave, i migranti sono stati ospitati all’hotspot di Pozzallo, dove gli investigatori hanno dato subito inizio alle indagini che hanno consentito, nel giro di poche ore, di acclarare le responsabilità del sudanese, ora rinchiuso nel carcere di Ragusa.