Quelli della ruspa: scardinato e portato via il postamat a Giarratana

Quelli della ruspa: scardinato e portato via il postamat a Giarratana

Usa una ruspa trasportata su un camion rubato, e il rocambolesco furto di un postamat è assicurato. Complice la posizione decentrata dell’ufficio postale di via Calatafimi nel già di per sé sonnacchioso paesello montano di Giarratana, i malviventi, tanto pratici quanto veloci, hanno potuto agire indisturbati con il favore delle tenebre. E così nessuno ci ha badato più di tanto quando in lontananza si sono uditi dei rumori, come di un cantiere edile, che hanno rotto il silenzio della notte. Stando alla ricostruzione dei carabinieri, che stanno indagando sul colpo, il cui bottino è in corso di quantificazione, erano circa le 2 quando i malviventi sono arrivati a bordo di un camion rubato da cui hanno scaricato l’escavatore, pure questo di provenienza furtiva, con cui hanno prima divelto le inferriate che delimitano il cortile di accesso all’ufficio postale, e poi hanno scardinato il postamat, agendo con una certa sicurezza e senza sbavature, come se fossero pratici del mestiere.

I ladri, a quanto pare quattro, hanno poi caricato su un altro veicolo, probabilmente un grosso furgone, il postamat, sgommando via e lasciando camion e ruspa in mezzo al disastro. Un colpo con spaccata pulito e veloce, compiuto da chi evidentemente sa il fatto suo. Non è escluso al momento che possa trattarsi di malviventi giunti da fuori provincia, magari dal Siracusano o dal Catanese, che scelgono posti tranquilli e isolati per mettere a segno i furti senza troppi rischi. I militari dell’Arma pare abbiano pochi elementi a disposizione per le indagini, e cercheranno di ricavare qualcosa dalle telecamere di videosorveglianza. L’ufficio postale non è nuovo ad assalti di criminali: circa un anno fa fu preso di mira da alcuni rapinatori che si portarono via un bottino di oltre 30.000 euro. I malviventi, quella volta, agirono di buon mattino, in una fredda giornata di metà ottobre.