Respingono le accuse i 10 indagati per spaccio di droga e furti

Respingono le accuse i 10 indagati per spaccio di droga e furti

Hanno respinto le accuse i 10 indagati arrestati dai carabinieri di Ragusa la scorsa settimana nell’ambito dell’operazione denominata “Country Hide”, proprio perché l’attività di monitoraggio si è concentrata principalmente sulle zone rurali. Alcuni degli indagati lo hanno fatto rispondendo direttamente alle domande del giudice delle indagini preliminari Claudio Maggioni, altri dopo essersi avvalsi della facoltà di non rispondere, si sono tirati fuori nel corso di spontanee dichiarazioni. In carcere sono stati interrogati Raffaele Agnello, 55 anni ragusano, accusato di cessione di droga leggera e cocaina a varie persone nei territori di Ragusa, Santa Croce e Marina di Ragusa tra l’ottobre 2018 ed il febbraio di quest’anno; gli albanesi Mesar Ruci, 44 e Cristian Masi 25, di Santa Croce Camerina, sono accusati di cessione di hashish e marijuana in territorio di Ragusa tra l’ottobre 2018 ed il febbraio di quest’anno; Jaballah Fouad, 33, tunisino, è indagato per cessione di eroina nel periodo compreso tra il gennaio ed il febbraio di quest’anno a Santa Croce Camerina e Vittoria ; Abdenaur Guettache, 38, algerino; Faical Mansour, 42, tunisino; Abderramane Ben Hassen, 41, tunisino, sono accusati di cessione di eroina a Santa Croce Camerina tra il gennaio ed il febbraio di quest’anno; Salem El Kalem, 30, tunisino, è indagato per cessione di hashish e marijuana a Santa Croce e Marina di Ragusa tra il dicembre 2018 ed il gennaio di quest’anno. Sono stati interrogati in Tribunale anche i 2 fratelli finiti agli arresti domiciliari, gli albanesi Francesko ed Enea Liko, 26 anni, accusati, insieme a Mesar Ruci, di una serie di furti di ortaggi commessi a Santa Croce il 24 novembre, l’11 ed il 15 dicembre scorsi. In modo particolare avrebbero rubato circa 5,000 piantine di peperoni, 200 casse di melanzane e zucchine ed un quantitativo imprecisato di limoni. L’operazione è stata messa a segno dai carabinieri di Ragusa. La difesa preannuncia ricorso al Tribunale del Riesame.

I DETTAGLI DELL’OPERAZIONE “COUNTRY HIDE”
Il vasto e fiorente spaccio di cocaina, eroina e hashish abbracciava da tempo buona parte del territorio ibleo, in particolare Ragusa, Marina di Ragusa, Santa Croce Camerina, Donnalucata e Vittoria. L’organizzazione che gestiva il lucroso business, composta da 4 sottogruppi criminali, è stata ora smantellata dai carabinieri con l’operazione “Country hide”, ovvero la “Campagna nascosta” che celava proprio il sottobosco criminale e che ha portato all’arresto di 10 persone all’alba di giovedì. Tra gli arrestati Raffaele Agnello e Chistian Masi, che rifornivano di droga la maggior parte del territorio, con particolare riferimento alla movida. La droga, in motli casi, veniva spacciata anche a domicilio, e comunque sempre personalmente dagli stessi componenti dell’organizzazione, i cui sottogruppi avevano delle zone di competenza dove muoversi e dei compiti specifici.

Oltre 50 i militari impegnati sul campo e che hanno eseguito le misure cautelari a carico dei soggetti, a vario titolo accusati anche di furti in danno di numerose aziende agricole nel Ragusano, in particolar modo le serre, e i cui proventi erano in parte utilizzati anche per autofinanziarsi. Decine le perquisizioni che hanno consentito di raccogliere prove a carico degli indagati, di nazionalità italiana, albanese, tunisina ed algerina, organizzati in 4 distinti nuclei ben organizzati. I carabinieri hanno anche effettuato sequestri di droga e denaro contante, mentre i sigilli sono stati apposti anche ad una villetta di proprietà di uno dei principali indagati. I particolari sono stati resi noti dai vertici del comando provinciale dell’arma dei carabinieri, i quali hanno evidenziato la sicurezza con cui i soggetti operavano, nella convinzione di essersi mimetizzati alla perfezione tra quanti operavano nelle zone agricole in maniera lecita, ovvero agricoltori, braccianti e imprenditori agricoli, molti dei quali vittime dei furti nelle loro proprietà.