Spaccio di droga e furti in aziende nel Ragusano: villa sotto sequestro

Spaccio di droga e furti in aziende nel Ragusano: villa sotto sequestro

Dieci persone arrestate e una villa sequestrata dai carabinieri al termine delle indagini su un vasto giro di spaccio di droga e di furti in danno di numerose aziende agricole nel Ragusano: è l’esito dell’operazione “Country hide”. Dalle prime ore della mattinata, 50 carabinieri del comando provinciale di Ragusa hanno dato esecuzione alle misure cautelari nei confronti di 10 indagati, emesse dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Ragusa, su richiesta della procura. Decine le perquisizioni nei confronti di un gruppo di persone dedite al traffico ed allo spaccio di sostanza stupefacente, ed altri indagati per aver commesso diversi furti in danno di aziende agricole del territorio ibleo.

I provvedimenti restrittivi sono il risultato di un’indagine condotta dai carabinieri della compagnia di Ragusa, sezione Operativa, che ha consentito di accertare come gli indagati, di nazionalità italiana, albanese, tunisina ed algerina, organizzati in 4 distinti gruppi criminali, rifornivano le piazze di spaccio nei comuni di Ragusa, Marina di Ragusa, Santa Croce Camerina, Donnalucata e Vittoria, smerciando marijuana, hashish, cocaina ed eroina. Numerosi gli arresti e i sequestri di stupefacente già effettuati nel corso delle investigazioni, durante le quali si è proceduto anche al sequestro preventivo di una villetta di proprietà di uno dei principali indagati.