Anziana 74enne e il figlio autori di un colpo in gioielleria a Ragusa

Anziana 74enne e il figlio autori di un colpo in gioielleria a Ragusa

Nonostante la non più verde età, una anziana era diventata esperta di furti nelle gioiellerie, grazie ad una insospettabile destrezza e con la complicità del figlio. Entrambi originari di Catania, sono stati ora arrestati: si tratta della 74enne Concetta Condorelli e del figlio Santo Pulvirenti, di 38 anni. Devono rispondere di furto aggravato dalla destrezza. I 2 avevano escogitato un modus operandi semplice ma efficace. L’anziana si appropriava dei gioielli, mentre il figlio distraeva i commessi. Gli arresti sono scattati dopo la visione dei filmati registrati dalle telecamere di sicurezza delle gioiellerie prese di mira. Fondamentale anche la collaborazione delle vittime. A Ragusa madre e figlio hanno commesso un furto da 15.000 euro, ma, stando alle indagini, potrebbero essere gli autori di altri colpi del genere realizzati con la stessa tecnica non solo in Sicilia, ma anche in altre regioni.

Madre e figlio avevano tentato un furto anche a Comiso, ma in quel caso avevano dovuto battere in ritirata perchè il titolare della gioielleria presa di mira aveva capito le loro reali intenzioni. Il colpo era invece riuscito a Ragusa, dove l’anziana e il figlio si erano presentati come dei normali clienti che dovevano comprare un anello per la fidanzata di quest’ultimo. E così mentre l’uomo distraeva la commessa, la donna aveva ripulito il bancone, arraffando i gioielli che vi erano sopra, del valore complessivo di 15.000 euro. Come comprovato dalle telecamere di videosorveglianza, rivelatesi di grande importanza per risalire all’identità dei 2 ladri, la donna agiva con particolare velocità e precisione, nonostante i suoi 74 anni, non tradendo nervosismo o esitazione. L’anziana è dunque finita ai domiciliari, mentre il figlio è in carcere.