Assalto a gioielleria Pozzallo: banda della spaccata condannata

Assalto a gioielleria Pozzallo: banda della spaccata condannata

Condannata la “banda della spaccata”, i cui componenti erano stati catturati nel giugno 2018, nel corso dell’Operazione “Ariete” messa a segno a Vittoria. Il giudice monocratico del Tribunale di Ragusa Fabrizio Cingolani ha inflitto la pena più pesante a Gabriele Meli, 21 anni, vittoriese, condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione e 1.200 euro di multa, oltre all’interdizione per 5 anni dai pubblici uffici. Condannati anche Orazio Perone, 34 anni, vittoriese, 2 anni e 8 mesi e 1.000 euro di multa (assolto per furto di un’auto), e Giorgio Stracquadaini, 23 anni, originario di Comiso, a 2 anni e 10 mesi di carcere e 800 euro di multa. Il processo è stato celebrato col rito abbreviato. I 3, con il metodo della “spaccata”, in territorio di Vittoria e Comiso, avevano messo in atto un sistema rapido e particolarmente invasivo per commettere furti ai danni di esercizi commerciali, ed in alcune occasioni abitazioni private.

I sistemi di video sorveglianza avevano permesso di appurare che i tre dapprima avevano rubato una Ford, così da assicurarsi un veicolo robusto, utilizzandolo come “ariete” (da qui il nome dell’operazione). Noncuranti dei danni che arrecavano agli esercizi commerciali, gli autori del reato, distruggevano gli infissi e le saracinesche. Una volta entrati all’interno, facevano razzia di tutto ciò che aveva valore. Secondo gli investigatori la banda era composta da 5 persone. Tra le azioni delinquenziali rientra anche la spaccata commessa a Pozzallo la notte tra il 7 e l’8 maggio 2018 ai danni di una gioielleria. In quella occasione erano stati asportati gioielli per oltre 65.000 euro e i danni causati alla struttura si aggiravano intorno ai 3.000 euro.