Incendio in sacrestia a Comiso: denunciato il piromane

Incendio in sacrestia a Comiso: denunciato il piromane

E’ stato individuato e denunciato dalla polizia il piromane reo confesso che lo scorso 25 agosto appiccò un incendio ad un cumulo di rifiuti e che successivamente si propagò ad un immobile annesso alla chiesa della Madonna della Catena in via Turati a Comiso. Dopo lo spegnimento da parte dei vigili del fuoco, apparve fin da subito chiara l’origine dolosa del rogo, dapprima sviluppatosi su un cumulo di rifiuti abbandonati nei pressi del perimetro dell’immobile, e poi propagatosi alla sacrestia della chiesa attraverso la combustione della porta di legno della struttura. Le fiamme distrussero la mobilia interna ed il tetto di legno, provocando danni ingenti. L’intervento tempestivo scongiurò l’ulteriore propagazione delle fiamme alle vicine abitazioni.

Gli elementi raccolti dalla scientifica e le successive indagini avevano consentito agli agenti del commissariato di risalire ad un 51enne già noto agli archivi. L’uomo ha dunque confessato di essere stato lui ad appiccare il fuoco al cumulo di rifiuti e masserizie accatastati nei pressi dell’immobile andato in fiamme, precisando tuttavia che non era sua intenzione danneggiare la struttura. Sulla scorta di tali risultanze investigative l’uomo è stato dunque denunciato alla procura per danneggiamento a seguito di incendio.