Frattura al braccio per un netturbino in incidente sul lavoro

Frattura al braccio per un netturbino in incidente sul lavoro

E’ stato trasferito in elisoccorso al’ospedale Cannizzaro di Catania un operatore ecologico 42enne di Scicli al servizio dell’impresa che gestisce il servizio di raccolta rifiuti in città. L’uomo stava conferendo i rifiuti all’interno dell’autocampattatore, in contrada Zagarone, nell’area di stoccaggio provvisoria di rifiuti, quando sarebbe rimasto incastrato nel macchinario del pesante mezzo di lavoro. Immediatamente soccorso dopo l’allarme lanciato dagli stessi colleghi, il netturbino è stato trasportato in ambulanza (foto) per le prime e urgenti cure all’ospedale Maggiore di Modica, dove si è deciso di trasferirlo nel centro etneo. Lo sfortunato operaio ha riportato una frattura scomposta a un braccio ed è già stato sottoposto ad intervento chirurgico. Le sue condizioni cliniche sono in lieve miglioramento e per fortuna tramonta l’ipotesi di una amputazione del braccio che era stata avanzata in un primo momento. L’uomo resta dunque ricoverato nel reparto di ortopedia del nosocomio catanese.