Fermato l’uomo alla guida del suv che ha travolto 2 ragazzini, uccidendone uno a Vittoria

Fermato l’uomo alla guida del suv che ha travolto 2 ragazzini, uccidendone uno a Vittoria

E’ stato fermato l’uomo alla guida della Jeep Renegade che ieri sera ha travolto 2 ragazzini, uccidendone uno sul colpo e ferendo l’altro in modo gravissimo: si tratta di un 34enne di Vittoria già noto alle forze dell’ordine. E’ accusato di omicidio stradale. L’uomo, che si era dato alla fuga a piedi subito dopo l’incidente mortale, era stato identificato e rintracciato poche decine di minuti dopo la tragedia. E’ stato sottoposto ad alcoltest. La vittima è l’11enne Alessio D’Antonio, morto sul colpo a causa del violentissimo impatto in cui è rimasto ferito in modo grave il cuginetto di 12 anni, ora ricoverato in prognosi riservata a Catania, dove è stato trasportato d’urgenza in elisoccorso dopo che le sue condizioni cliniche erano state stabilizzate all’ospedale Guzzardi di Vittoria.

La tragedia si è verificata in via IV Aprile, angolo via Gaeta, nei pressi delle abitazioni delle 2 giovanissime vittime e dove la Jeep Renegade stava transitando, a quanto pare a velocità elevata. Ancora da chiarire la dinamica, l’intera zona è stata transennata per consentire di effettuare i rilievi. La scena che si è presentata ai soccorritori è stata terribile: l’auto ha infatti tranciato gli arti inferiori di entrambi i bambini. Nell’auto, oltre al guidatore fermato, vi erano altri 2 occupanti, i quali avrebbero confermato che alla guida ci sarebbe stato il terzo uomo che era fuggito via. I 2 passeggeri si erano allontanati a loro volta dal luogo della tragedia per timore di essere linciati dal capannello di persone che nel frattempo si era radunato.