Rapina a una donna al postamat con l’inganno: coppia scoperta

Rapina a una donna al postamat con l’inganno: coppia scoperta

Una coppia di Avola è accusata di aver rapinato una donna di 54 anni dopo averla portata al più vicino bancomat con l’inganno: per il reato di rapina aggravata i carabinieri hanno arrestato un 34enne, mentre la compagna di 31 anni è stata sottoposta all’obbligo di dimora ad Avola. La vicenda risale all’inizio di aprile scorso quando una donna di Ispica di 54 anni era stata raggirata dalla coppia, che, dopo aver carpito la fiducia della donna che vive da sola ad Ispica, erano entrati in casa e, probabilmente facendo uso di qualche sostanza soporifera, l’avevano ridotta in stato di incapacità di rendersi conto della realtà. Successivamente, l’avevano condotta ad un postamat di Poste Italiane dove la donna aveva prelevato pochi spiccioli, ma i 2 avevano sbirciato il pin della carta. Successivamente, sempre tenendo la donna sotto braccio, l’avevano ricondotta a casa, lasciandola addormentata. I due si erano quindi recati nuovamente al postamat e, conoscendo il codice pin, avevano eseguito diversi prelievi fino a prosciugare il conto della donna, per circa 1.000 euro.

Dopo la denuncia della figlia della vittima, che si era resa conto dello stato mentale alterato della madre, accertando come il suo conto fosse del tutto prosciugato, i carabinieri hanno dunque avviato le indagini, servendosi anche delle immagini riprese dalla telecamere di sorveglianza della zona, fino a risalire alla coppia di Avola.