Padre e figlio, con altri 2 complici, avevano pestato dei rumeni

Padre e figlio, con altri 2 complici, avevano pestato dei rumeni

Identificati i presunti autori dei pestaggi ai danni di alcuni rumeni a Ispica, verificatisi lo scorso febbraio, perchè ritenuti autori di alcuni furti nelle campagne. Gli aggressori, stando a quanto ricostruito dai carabinieri, si erano recati nelle abitazioni di contrada Pantano Secco e avevano aggredito con mazze di legno i due giovani presenti all’interno. Le vittime avevano riportato gravi lesioni al volto e agli arti ed erano stati ricoverati all’ospedale Maggiore di Modica con prognosi di un mese.

Altri 2 rumeni, un uomo ed una donna, si erano allontanati fuggendo nei campi vicini. I 4 presunti aggressori ora scoperti dai carabinieri si erano impossessati di un cellulare per evitare che le vittime potessero contattare soccorsi. Allontanandosi, avevano anche danneggiato le vetture ed erano fuggiti con uno dei veicoli delle persone aggredite. Dopo 4 mesi di indagini, dunque, i carabinieri sono riusciti ad identificare e denunciare alla procura iblea i 4 soggetti, tutti di Rosolini e Noto, padre e figlio di 58 e 32 anni, e altri 2 complici di 36 e 64 anni.