Si masturbava dinanzi alla vicina di casa: stalker 27enne arrestato

Si masturbava dinanzi alla vicina di casa: stalker 27enne arrestato

Uno sporcaccione esibizionista si cimentava tutti i giorni, più volte al giorno, in atti di autoerotismo non nella privacy di casa sua, ma sotto gli occhi della vicina. Uno sgradito “spettacolo” che la donna, sposata e madre di figli, non ha più sopportato, facendo intervenire le forze dell’ordine che hanno arrestato un 27enne di Ragusa per il reato di stalking. E’ stata la stessa vittima a denunciare i fatti, accompagnata dal marito. La donna ha raccontato che dallo scorso agosto il vicino di casa aspettava che il marito uscisse per poi piazzarsi nel pianerottolo del palazzo, proprio davanti alla sua porta di ingresso e, dopo aver suonato al campanello, iniziava a praticare gli atti di autoerotismo, terminando solo dopo aver raggiunto l’orgasmo. In più occasioni, stando alla denuncia, l’uomo sembrava eccitarsi anche al solo sentire i passi della donna dentro casa o semplicemente suonando al campanello, anche senza ricevere risposta.

Nonostante i vani tentativi del marito della vittima di far desistere lo stalker, l’incredibile vicenda è andata avanti per mesi, fino a quando di tutto ciò non si è accorta per caso la figlia della coppia, fino a quel momento tenuta all’oscuro tutto. Esasperati per la situazione, e considerato anche che quasi quotidianamente si doveva pure provvedere a pulire la porta di casa imbrattata dallo stalker, è stata installata una telecamera di videosorveglianza, come deterrente, con il risultato però di ottenere l’effetto opposto. L’indagato, difatti, sembrava provare ancora più eccitazione nel masturbarsi proprio davanti alla telecamera.

La donna non era più libera di uscire da sola, temendo di poter essere aggredita e violentata, e pertanto rimaneva chiusa in casa, in attesa che tornasse il marito o un familiare, per farsi accompagnare anche semplicemente per andare a fare la spesa. Ora lo stalker si trova in un centro terapeutico, in regime di arresti domiciliari.