Il nigeriano manesco evade dai domiciliari e picchia di nuovo i carabinieri

Il nigeriano manesco evade dai domiciliari e picchia di nuovo i carabinieri

I carabinieri hanno di nuovo arrestato il 25enne nigeriano che aveva dato in escandescenza nel parcheggio del centro commerciale “La Fortezza” di contrada Michelica a Modica: è accusato di evasione, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’intervento dei militari dell’Arma era stato richiesto stavolta da alcuni cittadini che si trovavano nel parcheggio del supermercato “Crai” adiacente il piazzale Falcone Borsellino, nel quale lo straniero stava dando in escandescenza, minacciava di colpire i presenti ed infastidiva i clienti. I carabinieri sono intervenuti con 2 pattuglie in pochi minuti, hanno individuato l’uomo che si sarebbe dovuto trovare agli arresti domiciliari, perché già arrestato 2 giorni prima per i medesimi comportamenti a “La Fortezza”. L’uomo non voleva farsi identificare dai militari e ne ha aggredito uno, che ha riportato lesioni guaribili in alcuni giorni. Anche stavolta il 25enne è stato ricondotto a più miti consigli, ammanettato. Ora si trova rinchiuso nel carcere di Ragusa, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

IL PRECEDENTE EPISODIO AL CENTRO COMMERCIALE “LA FORTEZZA”
Un 25enne nigeriano è stato arrestato dai carabinieri per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’uomo aveva perso il controllo di sé nel parcheggio antistante l’ingresso del centro commerciale “La Fortezza” di contrada Michelica a Modica, minacciando di colpire i clienti e urlando frasi prive di significato. L’uomo era insomma in evidente stato di alterazione psichica. I carabinieri sono intervenuti con 2 pattuglie in pochi minuti, mentre nel frattempo i sanitari del 118 provavano a far salire su ambulanza il nigeriano per sottoporlo ad un trattamento sanitario volto a farlo calmare. L’uomo non si voleva sottoporre alle cure e con una bottiglia vuota ha provato a ferire i carabinieri, di cui uno è rimasto ferito. Alla fine il 25enne è stato immobilizzato ed arrestato. Tutto è successo dinanzi ai preoccupati e sorpresi clienti del centro commerciale, di cui nessuno è rimasto ferito.