Inchiesta sull’incidente mortale sul lavoro del 21enne Angelo Carbone

Inchiesta sull’incidente mortale sul lavoro del 21enne Angelo Carbone

La procura di Ragusa vuol vederci chiaro sulla dinamica dell’incidente sul lavoro costato la vita al 21enne agricoltore sciclitano Angelo Carbone e verificatosi giovedì pomeriggio, intorno alle 16.30, in contrada Balatelle, nelle campagne fra Scicli e Cava d’Aliga. Al vaglio degli inquirenti anche un video che documenterebbe in parte l’accaduto. Sul corpo del giovane, che si trova all’obitorio dell’ospedale Cannizzaro di Catania, sarà effettuata l’autopsia lunedì. Il ragazzo è stato travolto dalla fresa di un trattore alla cui guida c’era un altro giovane. Quest’utimo era intento ad arare un fondo agricolo quando, per cause da accertare, si è registrato l’incidente fatale. La fresa del mezzo agricolo avrebbe agganciato lo sfortunato Angelo Carbone, facendolo cadere rovinosamente a terra e ferendolo profondamente alle gambe. Le gravi condizioni delle ferite avevano reso necessario l’intervento dell’elisoccorso che, atterrando proprio nei pressi del luogo dell’incidente, aveva prelevato il 21enne, trasferendolo al Trauma Center dell’ospedale Cannizzaro di Catania, dove poco dopo il ricovero è deceduto.

Da verificare anche il rispetto delle norme di legge sui posti di lavoro, e a questo proposito hanno raggiunto contrada Balatelle anche i responsabili dello Spresal dell’Asp 7 di Ragusa. La ferale notizia del decesso del 21enne si è sparsa in serata a Scicli a macchia d’olio, lasciando attonita l’intera comunità, in lutto per la prematura scomparsa.